mercoledì 31 ottobre 2012

Halloweenpiigs


Cane Marchionne



"La Lancia non rinascerà". Che tristezza queste parole di Marchionne! E' dura pensare che sparisca un marchio italiano cosi ricco di storia e di vittorie sportive, specialmente nel rally. Mi ricordo una famosa macchina, una delle tante, l' HF turbo, la famosa Delta integrale, macchina pazzesca, cui ho avutola la fortuna di possederne una. Ma di chi è la colpa se questo marchio non è cresciuto? 
Marchionne e chi prima di lui, hanno ricevuto soldi dallo Stato e nel corso della storia della Fiat non sono stati capaci di creare una macchina decente! La Mito, per esempio è una macchina bellissima, peccato per quel tubo di scarico osceno, ma soprattutto beve come un lavandino!
Con l'arrivo della crisi si poteva magari cominciare la produzione di automobili ibride: per inciso, la Toyota ha in listino la Prius-ibrida fin dal 1996... 
Concludendo: in un paese normale, Marchionne-Profiatterol sarebbe in prigione, o almeno sotto accusa per aver fatto fallire l'auto italiana. Per quanto mi riguarda, da vecchio lancista, sarò costretto a comprare all'estero: non ne avevo nessuna intenzione.  

Idi di Halloween


Dalla prima pagina di Repubblica: "Il PdL scarica Berlusconi"

martedì 30 ottobre 2012

Mi mancherà....

...naaaaa!!! Mica vero!

Punchrocetta


Hurricomnrey


lunedì 29 ottobre 2012

domenica 28 ottobre 2012

Berlusescu


Berlusconi è' una persona disturbata, disturbo narcisistico di personalità, che si accompagna a paranoia. Tutta la stampa mondiale e delle opinioni pubbliche di tutto il pianeta che lo considerano il buffone per antonomasia, e noi fessi dietro a lui. Cioè, quello che non riesco a capire e che vedo gente ancora disposta a seguirlo. Ma cosa deve fare per dimostrare quello che veramente è? Pazzesco e atroce.

sabato 27 ottobre 2012

Che vi dicevo?


E' come un brutto sogno da cui non ci si riesce a svegliare


venerdì 26 ottobre 2012

Dedicata a Enzo Biagi


C'è un bell'articolo sul Financial Times sul nostro sistema giudiziario, che prende spunto dalla condanna di Berlusconi. Si conclude che dopo i vari gradi d'appello, la possibilità di conferma della condanna è zero, mentre è quasi certo che il reato cadrà in prescrizione. Purtroppo né la politica né la giustizia sono credibili, ormai da tempo. Mi spiace per chi gioisce di questa condanna, i problemi sono alla radice del nostro modo di vivere e comportarci, polarizzato, partigiano, esibizionista e gridato comunque. Berlusconi è un foruncolo cresciuto su un Paese malato. Solo se in Italia esiste uno spostamento culturale dove la gente si impegna, rischia e innova, la giustizia potrà trovare la dimensione che le spetta. Se i soggetti politici sono dei criminali, la giustizia sarà inevitabilmente politica.

Squinpilorcio


Confindustria vuole evitare che i suoi protetti possano sborsare una minima parte di quanto guadagnato (e chissà quanto evaso).
Le tasse sui redditi superiori a 150.000 euro l'anno non devono essere intese come una vendetta di classe, ma come un atto di giustizia economica, per restituire una parvenza di equità.

giovedì 25 ottobre 2012

Il corvo in gabbia


La ferrari rende omaggio al male ai marò


La Ferrari correrà il gp dell'India, in programma domenica prossima, con il simbolo della Marina Militare sulle monoposto. L'atto simbolico è stato deciso dalla Scuderia di Maranello per testimoniare vicinanza ai due marò italiani prigionieri in India.
A me il tutto mi sembra un pò strano. 
Cosa centra la Marina militare italiana con una corsa di formula 1? Questa decisione non mi trova assolutamente d`accordo.
Stando alla giustizia indiana vengono ritenuti colpevoli di aver sparato contro un piccolo peschereccio uccidendone i due pescatori. Il tutto non è cosa da poco. Non so se, in caso contrario, sarebbero stati uccisi due pescatori italiani, cosa sarebbe successo in Italia?

Un grazie a Christian Rizzi che, oltre a segnalarmi la notizia, mi ha suggerito il titolo del post.
Che Berlusconi esca di scena non ci crederò mai: sono abituato a queste sceneggiate. Comunque vada, Berlusconi lo ricorderò come un fallito sia come imprenditore, sia come politico in questo quasi ventennio in cui la politica italiana ha battuto il record mondiale in quanto a corruzione, malaffare, connubio politica-massoneria-cosche, clientelismo, indebitamento forsennato, cattiva gestione delle risorse, arricchimento personale, politica come orgia del potere. O no?

Solo per amore...?


...dall'eccesso al cesso! (http://tornalasino.blogspot.it/)

mercoledì 24 ottobre 2012

Beccatrong

Il caso Armstrong è venuto alla luce perché i suoi ex compagni, non uno o due ma decine nel corso degli anni, lo hanno accusato sapendo che andavano, come successo, a squalifiche. Armstrong, non bisogna dimenticarlo, non solo si dopava ma era quello che 
coinvolgeva i suoi compagni a doparsi, come un capo clan

Il pianeta delle scimmie


Il tribunale dell'Aquila  ha condannato a sei anni di detenzione sei scienziati e un alto funzionario governativo che non hanno comunicato correttamente il rischio di un terremoto a L'Aquila, appunto. A  quanto pare stanno pensando di condannare postumo l'Oracolo di Delfi e Nostradamus! Scherzi a parte, a me pare una sentenza spropositata, tenendo conto che la previsione di un evento sismico è pressoché impossibile. Quello che invece è più' che fattibile è costruire o messa in sicurezza di edifici a rischio. Duole dirlo e suona come un insulto alle vittime e per questo chiedo scusa fin da subito, ma il terremoto dell' Aquila non mi pare sia stato un evento devastante in termini numerici. Il punto e' che le costruzioni non erano in grado di reggere un simile sisma. Ora, se si vuole cercare un colpevole  credo si debba cercare in un' altra direzione. O no?

martedì 23 ottobre 2012

Fascio magistralis


Chi inquina paga, si diceva una volta


Sviluppo non sviluppo, questo è il problema: se sia più nobile d'animo sopportare gli oltraggi, i veleni e i dardi dell'iniqua fortuna, o prender l'armi contro un mare di triboli e combattendo disperderli. Morire, dormire, nulla di più, e con un sonno dirsi che poniamo fine al cordoglio e alle infinite miserie naturale retaggio della carne, è soluzione da accogliere a mani giunte.
Morire, dormire, sognare forse: ma qui é l'ostacolo, quali sogni possano assalirci in quel sonno di morte quando siamo già sdipanati dal groviglio mortale, ci trattiene: é la remora questa che di tanto prolunga la vita ai nostri tormenti.
Chi vorrebbe, se no, sopportar le frustate e gli insulti del tempo, le angherie del tiranno, il disprezzo dell'uomo borioso, le angosce del respinto amore, gli indugi della legge, la tracotanza dei grandi, i calci in faccia che il merito paziente riceve dai mediocri, quando di mano propria potrebbe saldare il suo conto

Chioosy work


Emergono dati choc sull'inquinamento a Taranto. Infatti secondo l'agghiacciante rapporto dell'Istituto superiore di Sanità, le morti legate all'attività dell'Ilva è evidenziato un aumento dell'incidenza del 30% . E adesso? Mi piacerebbe sapere cosa direbbe la ministra Fornero, oltre ai signori dell'acciaio o di quei neo liberisti profeti dello sviluppo a tutti i costi, nemici dell'ambiente e della salute della collettività. 

lunedì 22 ottobre 2012

Fornero giù dal pero


Lavoro, Fornero: "Giovani si accontentino....".Credo che l'arroganza di certe persone serve per mascherare una povertà di idee, o no?

La Gabanelli caliendolata


Il senatore Giacomo Caliendo (PdL) ha firmato un emendamento alla legge sulla diffamazione a mezzo stampa (la cosiddetta "salva-Sallusti") subito soprannominato, dalla stampa anti-Gabanelli perché toglierebbe la “manleva”, ovvero il principio per il quale l’editore può assumersi la responsabilità civile di eventuali reati commessi dai giornalisti (freelance o dipendenti).
Il quotidiano “Repubblica” riporta che il testo dell’emendamento è stato redatto dal senatore Antonio Caruso e firmato da Giacomo Caliendo (proprio quello iscritto al registro degli indagati per la presunta appartenenza alla loggia massonica P3).

domenica 21 ottobre 2012

sabato 20 ottobre 2012

giovedì 18 ottobre 2012

mercoledì 17 ottobre 2012

Secondo round


Pinocchionne


L'a.d. svizzero-canadese, che da noi non paga le tasse, si è graziosamente concesso ai rappresentanti dei sindacati gialli. Lui gli interlocutori li sceglie mica ci discute. Ha promesso loro che non chiuderà gli stabilimenti. Come già l'altro impreditore Berlusconi, promise ai gonzi, che ancora stanno aspettando il milione di posti di lavoro.

Scontro


D'Alema vuole tornare a tutti i costi in Parlamento per un motivo molto semplice: l'obiettivo del mago Dalemix è il Colle più alto della politica italiana, la presidenza della Repubblica. Per arrivarci, però, serve un seggio, che vale bene la mobilitazione delle centinaia di firme dei maggiorenti meridionali apparse domenica sull'Unità. E perché Bersani ieri l'ha mandato a farsi benedire con così tanta facilità? Perché il segretario punta alla presidenza del Consiglio, è risaputo. Ma chiaramente è impossibile che due ex comunisti possano stare al comando, uno al Quirinale e uno a Palazzo Chigi. E allora, che lo scontro fratricida abbia inizio. Anzi, è già iniziato... Il terzo incomodo, Mario Monti, è pronto a occupare la poltrona, delle due, che rimane libera.

Fonte:http://orianomattei.blogspot.it

lunedì 15 ottobre 2012

C'è chi sale, c'è chi scende



Dal primo gennaio ad oggi 15 ottobre sono morti SUI LUOGHI DI LAVORO 495 lavoratori ( tutti documentati). Sono oltre 950 dall'inizio dell'anno se si aggiungono i lavoratori deceduti in itinere e sulle strade. L'Osservatorio considera "morti sul lavoro" tutte le persone che perdono la vita mentre svolgono un'attività lavorativa, indipendentemente dalla loro posizione assicurativa e dalla loro età. Molte vittime non hanno nessuna assicurazione e muoiono lavorando in "nero". 

 Fonte:   http://cadutisullavoro.blogspot.it/

Voltati vai per la tua strada, Uòlter


L'araba fenice



Un nome senza tempo, che si perde nella notte ancestrale dei secoli.
Una Stella senza età, come un mito che non vuole spegnersi.

Un simbolo che sa tanto di verità, questa è l'Araba Fenice, l'uccello Sacro dell' Antico Egitto, somigliante ad un aquila con piumaggio vivamente colorato e Simbolo Guida di questo negozio ecologico, un vero e proprio centro di coscienza specializzato nel proporre una vasta gamma di prodotti NATURALI, aventi come requisito di base l'integralità e la Purezza della Sostanza, cose rare e quindi ricercate ai nostri giorni.
L' Araba Fenice nutrendosi di Perle d' Incenso viveva per 500 anni per poi ardere sul rogo e quindi rinascere dalle sue stesse ceneri più Pura e più Bella.
Cosa rara e quasi impossibile a trovarsi la Fenice divenne per gli scrittori cristiani il Simbolo della Resurrezione così come nel linguaggio popolare un qualcosa di tanto straordinario da sembrare inverosimile, una specie di portafortuna per le persone buone, un qualcosa di magico, senza età e senza tempo.

Cari Amici, così come vi sono tante storie e tante favole che tengono unite le galassie più lontane... così vi sono tante bugie che ognuna brilla di luce propria: la Chiesa l'IMU non la pagherà mai.

Fontel'Angelo della Buona novella

Celeste incazzatura


domenica 14 ottobre 2012

Un grillo nuotante



grillo natante

cosa si può dir di beppe grillo?
che va a nuoto sullo stretto?
per me solo beppe grullo
ci racconta la boiata
a chi molla traversata
e come il duce sul trattore
si rivolge agli italiani
dicendo proprio: italiani!
se la corrente porta a nord
torno a genova in gommone
sul gommone della pancia
che si gonfia a ogni sospiro
di un paese preso in giro
da sto comico in pensione
grazie alla televisione
c’è poco da sperare
ci sarebbe da sparare
da sparare a quella pancia
che si sgonfiasse sullo stretto
che colasse dentro a picco
con tutto il neopartito
che si chiama movimento
ma a ogni urlo segue un coro
d’ignoranti indottrinati
e l’ignoranza indottrinata
farà presto la cagata
yo!!!

Christian Rizzi

giovedì 11 ottobre 2012

Ma l'Europa ci chiede anche questo?

Tagliare la sanità è una vergogna.Hanno già chiuso ospedali, eliminato posti letto, con la conseguenza inevitabile di far scoppiare i pronto soccorso. Hanno imposto i ticket su tutto, diminuito il numero dei farmaci dispensati, oltre a tagliare l'assistenza domiciliare: praticamente stanno togliendo le risorse per la sopravvivenza soprattutto agli invalidi, a quelli più deboli.

Lombardgate


mercoledì 10 ottobre 2012

Alba doraten


Il Male (quello vero) n°10



Ed eccola qua la copertina de IL NUOVO MALE n.10, da giovedì in edicola!

La Santa Crescitazione


L'aumento dell'IVA deprimerà ancor di più i consumi già fermi da tempo, a prescindere dalla riduzione dell'IRPEF (prima annunciato, poi smentito, quindi confermato!) che verranno assorbite dalle imprese. Questa è l’ennesima manovra a danno sempre dei soliti noti: il ceto medio e i lavoratori dipendenti. Ma dov'è finito il famoso progetto "cresci-Italia"?  Per adesso dobbiamo per forza accontentarci di un altro tipo di crescita...o no?                      

martedì 9 ottobre 2012

Non possIMUs


Con l’introduzione dell’IMU, il Presidente del Consiglio Mario Monti ha parzialmente trasformato una imposta comunale in imposta statale.
Così facendo, ha reso incostituzionale la norma che istituisce l’IMU stessa; almeno per la parte che riguarda il prelievo fiscale a favore del Governo.
Nel modo in cui è stato concepito, infatti, il prelievo fiscale a favore del Governo non viene assoggettato ai criteri di progressività previsti dall’art. 53 della Costituzione che recita:
“Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.
Il sistema tributario è informato a criteri di progressività”.
Ovviamente, come è facile intuire, la novità introdotta dal prof. Monti va a vantaggio dei redditi più alti e, altrettanto ovviamente, a svantaggio dei contribuenti più poveri.
Bisogna dire che il prof. Monti non è l’inventore del giochetto che crea sempre maggiore sperequazione tra ricchi e poveri. Le addizionali Irpef che quasi tutte le Regioni (e praticamente tutti i Comuni) fanno pagare ai propri concittadini sono basate su aliquote “fisse”, e non “per fasce di reddito”, come invece prescrive l’articolo costituzionale citato.
Giochetto che funziona anche in altri campi: l’Iva, le accise sulla benzina, ecc. Sono tutte tasse statali che colpiscono in modo paritario i Cittadini italiani; senza tener conto della loro capacità contributiva.
Naturalmente la Corte Costituzionale sta a guardare, e non interviene. Così come non interviene il Presidente della Repubblica al quale, sul sito del Quirinale, ho personalmente reso nota la trasgressione al dettato costituzionale. I Partiti sono ciechi e sordi, in proposito.
In sostanza, il governo tecnico straccia leggi e Costituzione. Prima consente alla Fornero d’introdurre nell’ordinamento giuridico italiano la tutela dell’ingiustizia. Ora sforna l’IMU.
Caro Beppe, vedi un po’ se riesci a farlo capire tu a queste Istituzioni che le leggi e la Costituzione vanno rispettate!
Massimo Bisceglia


Fonte: Blog di Beppe Grillo

Berlusconi se n'è accorto, se si candida un'altra volta affonda. E siccome lui è un vincente, vuole evitare l'umiliazione della sonora sconfitta, con tutte le conseguenze. Ci ha provato cercando di allearsi ancora con Casini. Niente, non se l'è filato nessuno anzi: i sondaggi lo danno in caduta libera ed ora è al 15%.