domenica 31 marzo 2013

Fino alla fine


sabato 30 marzo 2013

Omaggio a Enzo Jannacci


Noi villan... 
E sempre allegri bisogna stare 
che il nostro piangere fa male al re 
fa male al ricco e al cardinale 
diventan tristi se noi piangiam, 
e sempre allegri bisogna stare 
che il nostro piangere fa male al re 
fa male al ricco e al cardinale 
diventan tristi se noi piangiam!


venerdì 29 marzo 2013

Grillo pasquale


Grillo sei un psicopatico arricchito alle spalle degli internauti-desperados. Il tuo blog lucra milioni e mia zia non sapeva che tu per salvarti la vita hai fatto morire anche un bambino! Già, sei saltato dall'auto per salvarti facendo morire vigliaccamente un bambino e una famiglia intera! Milioni di mamme e altri italiani non lo sanno , come pensano che sei povero e invece non sanno che sei ricchissimo.

Napolitano di Cirene


mercoledì 27 marzo 2013

A patriots to arm



Franco Battiato lunedì, intervenendo a Bruxelles nella veste di assessore regionale al Turismo, l'artista aveva puntato il dito contro la qualità dei politici italiani e aveva detto che "in Parlamento ci sono troie che farebbero di tutto! Battiato ha la mia solidarietà, perché non hanno capito il senso della battuta  e  l'hanno snaturata per malafede o stupidità.  Molti si inalberano per la volgarità della battuta, mah! Forse Battiato avrebbe fatto meglio dire che il parlamento è il luogo di ritrovo di gente che "muta d'accento e di pensiero"? Beh, allora non capisco come mai io assieme a qualche milione di italiani, come corpo elettorale, ci siamo beccati, impunemente, del "coglione" da Berlusconi,  mentre Battiato sembra che abbia ucciso qualcuno. Scuse ufficiali, posto reclamato indietro, donne che si dissociano.. io mi dissocerei piuttosto per la fiducia-scandalo sul caso Mubarak di B., dove più della metà del parlamento ha mentito spudoratamente. Quello è uno schifo (si può dire vero?) e quelli erano le "troie" di cui parla Battiato non la Minetti o la Carfagna, anche se capisco perfettamente la confusione.. Care donne che vi sentite umiliate, secondo me avete perso un'occasione per dimostrare di aver distinto una battuta da un'offesa, o no?

Fonte: Corsera

Il Bersploratore


Arrivati a questo punto e, confermate le difficoltà a trovare i numeri -anche se al Senato qualcosa si stia muovendo- l'unica soluzione indolore è quella di un esecutivo di minoranza guidato da Bersani, che con pochi punti, tra cui la riforma della legge elettorale dia stabilità temporanea in modo da tenere a debita distanza le possibili speculazioni finanziarie che ne possono derivare, una volta eletto il nuovo Capo dello Stato, in uno spazio temporale di sei mesi, massimo un anno porti il Paese a nuove elezioni.

Fonte: Il Messaggero

lunedì 25 marzo 2013

Picciutri



L'ideologo di Forza Italia, Marcello Dell'utri è stato condannato in appello perché fu mediatore tra Berlusconi e Cosa Nostra. Quindi abbiamo una situazione paradossale, cioè che il mediatore viene condannato e il mediato invece continua  a ricoprire ruoli di primo piano nel settore politico e che potrebbe ancora governare il paese. No, stavolta Silvio Berlusconi  non può passarla liscia.

domenica 24 marzo 2013

Oggi, su Prima Pagina di Regggio nell'Emilia

Il vescovo Camisasca ha rotto gli indugi e lo ha fatto in un modo che, letto con il senno di poi, ha l’idea di una strategia politica e pastorale dove ognuno è chiamato ad assumersi la responsabilità dei suoi gesti, più che alla classica reprimenda del parroco al suo parrocchiano. Se fosse intervenuto prima, condannando preventivamente i due provvedimenti allo studio delle commissioni sulle coppie di fatto, probabilmente Camisasca avrebbe ottenuto un ripensamento del sindaco di Reggio Emilia, Delrio...forse!

Oggi, su Prima Pagina di Modena


E’ tempo di parlare di numeri. Ovvero, del risparmio che il Comune realizzerà con la Fondazione Cresci@mo gestendo con questa modalità le 4 scuole dell’infanzia che prima erano a controllo del comune. Il costo per il Comune di una scuola composta da tre sezioni, al netto delle rette pagate dai genitori, e dei contributi statali. Ogni anno quindi, secondo le cifre esposte mercoledì sera dall’assessore Adriana Querzè durante la commissione comunale sui servizi, per ogni scuola composta da 3 sezioni la Fondazione risparmia 45.000 euro circa di contributi comunali. Che sarebbero però più di 100.000 euro se fosse appaltata.

sabato 23 marzo 2013

Senza


venerdì 22 marzo 2013

Onore perduto


Dignità voleva che questi nostri due poveri marò tornassero in India rispettando la parola data perché i patti vanno rispettati. Invece massimiliano Latorre e Salvatore Girone ci tornano invece sbertucciati, piegati dal fardello di un disastro diplomatico.
Fossimo in altri tempi e con altre grammatiche come onore, buon senso e soprattutto fegato, vorrebbero che il nostro "nobile" ministro degli esteri Giulio Terri di Sant'Agata si consegnasse agli indiani al posto dei due marò.

Fonte: La Repubblica

martedì 19 marzo 2013

Seguire, ma non troppo...


L'infantile e continua presa di posizione contro la magistratura è da irresponsabili. Piuttosto perché non ci si chiede, gli italiani, se non avesse fatto tutto ciò per cui è indagato magari non sarebbe così perseguitato; ne avrebbe giovato il Paese a cui avrebbe dato più interesse, piuttosto che ai suoi. Ma lui conosce bene l'italiano; uno che non è interessato ad alcun rinnovamento morale del Paese ne a valutare ciò che gli viene proposto da chi, spavaldamente, con il sorriso sempre sulle labbra, anche con gli occhiali scuri, direbbe ancora oggi che il popolo gode di perfetta salute e sono sempre più ricchi e felici. Ma lui sa che può comprare, nella situazione in cui ha messo il Paese, la fiducia da chi lui stesso ha tolto il suo futuro; ma il popolo si sa si accontenta, ma fino a quando? l'imu? i condoni? fesserie con cui ha illuso e comprato gli italiani in cabina elettorale.
Fonte; Corsera.

lunedì 18 marzo 2013

mercoledì 13 marzo 2013

Habemus papam

Non vorrei fare il solito guastafeste, però in Argentina Bergoglio è sempre stato ritenuto un conservatore anche se non ha mai approvato l'eccessiva rigidità della Chiesa soprattutto in materia di sessualità e la sua autoreferenzialità. Contestò l'apertura dei gesuiti alla Teologia della Liberazione, negli anni '70 e questa posizione forse gli è valsa l'accusa di connivenza con il regime dei generali, anche se peraltro non ci sono mai state prove né indizi della sua vicinanza alla dittatura.
http://www.uaar.it/ateismo/opere/horacio-verbitsky-isola-del-silenzio.html

N.b.: Nel salotto di Bruno Vespa è stato precisato che il suo nome è ispirato ad un altro grande gesuita, San Francesco Saverio, sacerdote della Compagnia di Gesù, evangelizzatore delle Indie...e portava i sandali, ok?

il problema grave qual è?


cioè noi parliamo ci interroghiamo su grillo prodi berlusconi niki vendola (che equivale a dire cazzaniga) ma il vero problema nostro è che a volte vedi in giro pensionati che a 70 anni non lasciano il loro vecchio secondo lavoro è questa la tragedia d’italia oh dio non so se negli altri paesi non sia così ma in giro per i posti turistici del mondo ho sempre visto pensionati di altri paesi tranquillamente godersi la pensione qui no qui si dannano vanno nei bars a giocare alle macchinette si gioca al poker da in casa col computer il nonno di un mio amico ci gioca cioè io credo che l’italia non abbia mai superato il primo stadio dello sviluppo cioè quello stadio in cui i cittadini (di solito in un paese in via di sviluppo) si addannano per fare i soldi e non badando più allo scorrere della vita, poi nei paesi civilizzati questo stadio dovrebbe essere superato dallo stadio in cui i cittadini si sentono abbastanza soddisfatti della loro situazione economica e lottano per il benessere reale che non è avere 10 case ma avere abbastanza soldi per divertirsi. se no si arriva a 70 anni brutti storti e ancora sporchi dal lavoro e non si fa crescere il paese perché come si sta dimostrando in italia lavorano solo i vecchi e gli extra proprio perchè il lavoro non ha più nessun valore è questo il grande problema dell’italia che abbiamo avuto forze capaci di comunicarci che il giusto era far schifo e piuttosto che addannarsi per i diritti la pensione e il benessere ci siamo addannati ognuno per provare a fare più soldi del vicino e tutti quelli che si sono addannati per i diritti son stati messi in secondo piano dai mediocri pecoroni che hanno seguito il consiglio della tv e della chiesa (ho sentito dire di coopenranti cattolici che ancor oggi nel 2013 son convinti che in africa se non ci va un prete la cultura non sanno neanche cosa sia)...di cosa vogliamo ancora parlare? di prodi berlusconi casini e niki vendola?
yo!!!

Christian Rizzi

martedì 12 marzo 2013

Fumata nera


La madre dei fascisti è sempre incinta (Il PDL è un partito di merda*)


Del resto, come possiamo chiamarlo un partito cui il segretario Alfano è una  merdaccia  che minaccia addirittura l'Aventino, per salvare dal carcere il suo duce-Berlusconi? Questi indegni parlamentari-dipendenti o più semplicemente servi, che magari obtorto collo hanno dovuto presenziare ad una manifestazione sovversiva promossa da un sovversivo che non si rassegna al fatto che ci sono giudici che fanno rispettare l'uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge.Un paradosso è che questi si sono arrogati il diritto di rappresentare i moderati quando invece rappresentano solo la parte reazionaria del Paese insofferente alle regole ed alle leggi,l'altro paradosso è che dopo quello che hanno combinato hanno ancora un notevole seguito elettorale,roba da pazzi.
* per chi non l'avesse ancora capito

lunedì 11 marzo 2013

Giù le mani dalla magistratura!


Questi ridicoli nominati, sono gli stessi che hanno votato pro-Ruby la nipotina di Mubarak? Questa è gente con credibilità pari a zero, quindi ridiamoci sù.

domenica 10 marzo 2013

Che aria tira sul Conclave?

Più dei casi pedofilia ad angosciare i cardinali sono le possibili retromarce sulla liturgia dopo le aperture di Ratzinger. Intanto movimenti e congregazioni (gesuiti, salesiani, cappuccini) cercano di capire quale influenza avranno. In pole position i ciellini che puntano su Scola

Fonte: Il Fatto Quotidiano

sabato 9 marzo 2013

Ho ac..cesio il cinghiale.


Qualcuno si è spinto ad associare il disastro di Chernobyl, per dare una spiegazione alla presenza di cinghiali al cesio137 scoperti in Valsesia. Ma sapendo che gli elementi radiaoattivi ci impiegano migliaia di anni ad esaurirsi, ci si chiederebbe come mai si sono scoperti solo ora alcuni (pochi?) esemplari di cinghiali aromatizzati al cesio... La contaminazione radioattiva secondo questa logica, dovrebbe essere piu estesa nella fauna e flora della zona... Io non ho mai sentito parlare di contaminazione radioattiva "selettiva", oppure i simpatici suinidi sono incappati in qualche altra "cosa" che non dovrebbe stare li?!

Fonte: Il Fatto Quotidiano

venerdì 8 marzo 2013

Cara

poesia per la festa della donna

christiane taubira dedica
l'8 marzo di quest'anno
a francoise seligman
partigiana francese
morta il 27 scorso
dopo 93 anni d'impegno
sui diritti delle donne
invece io lo dedico a te
dolce rubi rubacuori
che hai segato berlusconi
nel suo fare lo sborone
per sembrare un'omaccione
con te bambina piccolina
voleva fare il strapotente
alla faccia della gente
che senza soldi alla sua età
non s'addrizza la banana
e berlusconi è all'ospedale
forse è lì a farsi impiantare
un'altro aggeggio per scopare
alla faccia delle donne
l’8 marzo si trasforma
in un mostro senza sangue
yo!!!

Christian Rizzi

la piccola aissatou


la piccola aissatou
non voglio! non voglio!
non voglio esser tagliata
gridava
la piccola aissatou
le vecchie tutte intorno
col consenso della madre
ha pronunciato la parola
l'han portata sull'altare
non voglio esser talgiata
gridava la piccola aissatou
è morta dissanguata
la mia piccola aissatou

Christian Rizzi

mercoledì 6 marzo 2013

Che viva ( extraño) Chávez!


Strategist networkasaleggio's


la disperazione di vivere con intorno tanta merda

un ragnazzo sbilenco
con sol 5 gambe
poggia i piedi alle stelle
del suo nuovo partito
che tanto consenso
ha già ristabilito
in italia lo schifo
cui tanto si scostan
le sue belle parole
di grazia e di speme
per piantare quel seme
che sboccia puntuale
e avrà tempo per preparare
la prossima santa guerra mondiale

yo!!! 

Christian Rizzi


Lo stato agonizzante dei partiti tradizionali seguito all’insediamento del governo dei “tecnici” ha spianato la strada al “fenomeno” Beppe Grillo, l’unico uomo nuovo del momento: Roberto Casaleggio, che lo affianca, ha voluto rassicurare circa la sua estraneità ai “poteri forti” con una lettera inviata al Corsera. Ma lo fa usando un motto in odore di massoneria. Infatti, il riferimento è alla frase con cui conclude la lettera:
 «Honi soit qui mal y pense»…. cioè “Il male a colui che pensa male” una breve frase che da sola è in grado di mettere in dubbio tutto quanto è stato affermato prima.
Si tratta infatti del motto di uno dei più antichi ordini cavallereschi, l‘Ordine della Giarrettiera, fondato nel 1348 da reEdoardo III e tuttora esistente con a capo il Re d’Inghilterra, non proprio una presa di distanza dai cosiddetti “poteri forti”. La cosa non è sfuggita al giornalista Francesco Maria Del Vigo che su Il Giornale del 30 maggio, nell’articolo “Se voti Grillo voti Casaleggio Lettera del guru al Corriere: “Sono cofondatore del M5S”” ha così commentato riprendendo il discorso di Casaleggio: Casleggio chiude così la sua missiva, con una citazione dell’ordine della giarrettiera.:. "Giusto per non smentire la sua passione per l’epopea cavalleresca ma, soprattutto, per i gruppi ristretti, chiusi ed elitari.Tutto il contrario di quello che il Movimento 5 Stelle racconta di essere."...
A buon intenditor...
Fonte. Libertà e persona

martedì 5 marzo 2013

Convocation


lunedì 4 marzo 2013

La marcia Vaffanscista


«Il mio grido è arrendetevi, siete circondati dal popolo italiano». Così Beppe Grillo ha cominciato il suo comizio in Piazza Duomo a Milano, alla presenza di migliaia di persone rivolgendosi alla 'vecchia politica'. Ma quell'urlo non è passato inosservato: è infatti lo stesso motto della 'gazzarra' fascista del 1° aprile del 1993.

Fonte: L'Unità


“Il fascismo si è presentato come l’antipartito, ha aperto le porte a tutti i candidati, ha dato modo a una moltitudine incomposta di coprire con una vernice di idealità politiche vaghe e nebulose lo straripare selvaggio delle passioni, degli odii, dei desideri. Il fascismo è divenuto così un fatto di costume, si è identificato con la psicologia antisociale di alcuni strati del popolo italiano, non modificati ancora da una tradizione nuova, dalla scuola, dalla convivenza in uno Stato bene ordinato e amministrato” 
Antonio Gramsci, L’Ordine Nuovo, 26 aprile 1921.

domenica 3 marzo 2013

L' Inceneritore mascherato


Chi si illude sulle scelte concrete dell’Italia in salsa M5S, si guardi nello specchio nero di Parma a cinque stelle. Il sindaco del M5S di Parma, Pizzarotti, venne eletto con la promessa di fermare l’inceneritore... che sarà inaugurato fra un mese! Inoltre Pizzarotti ha fatto quello che l’amministrazione di centrodestra, finita nel mirino della magistratura, non era riuscita a fare: aumentare le rette per gli asili nido, abolendo le detrazioni concesse ai figli dei detenuti. Solo la lotta dal basso ha bloccato un analogo provvedimento contro i genitori soli.

Fonte . Radio Blackout

sabato 2 marzo 2013

E Monti?


Da che mondo è mondo, il capitalismo finanziario internazionale ha bisogno di distruggere le forme di democrazia rappresentativa per espandersi a macchia d'olio in tutti i sistemi. Oggi i veri nemici della finanzia mangiatutto non sono Grillo, ma sono i parlamenti strutturati, gli stati che sono in grado di bloccare le speculazioni. Se Grillo, come la primavera araba, è in grado di distruggere l'ordine costituito, non può che fare un favore alla Goldman Sachs.

Fonte: Corsera

venerdì 1 marzo 2013

Questa vignetta è di un anno fa...

Si sente dire spesso che il M5S è un prodotto della Rete, di un nuovo modo di comunicare e coinvolgere, del fantomatico “popolo di Internet” emerso negli ultimi anni. E' necessario invece mettere in stretto rapporto la “neotelevisione” che ha plasmato Grillo (con Antonio Ricci in prima fila) e la retorica partecipativa del web 2.0. E’ spiazzante ricordare come Nino Frassica, il “bravo presentatore” di Indietro Tutta, facesse la satira di una certa mentalità già nel 1988: “grazie a chi ha partecipato, e anche a chi non ha partecipato, perché la trasmissione la fate voi da casa”. L’accento sul “tu”, sul consum/attore, sul “prosumer” pervadeva la logica dei media già molto tempo prima che Time scegliesse “You” come personaggio dell’anno (2006). Il diffondersi del web ha ingigantito questa logica, presentandola tout court come un meccanismo liberante, come un dispositivo che genera di per sé “intelligenza collettiva”, collaborazione, qualità. Una certa “mistica della Rete” attraversa così progetti molto diversi e distanti nel tempo: dalla rivista Decoder a Indymedia, da Wikipedia al Movimento 5 Stelle. Dove stanno le differenze? 

Fonte: wumingfoundation.com

Possum


Grazie a Joseph, ora possiamo immaginare quale privilegio sia abbandonare(arbitrariamente)  il proprio posto di lavoro riparando in un bell'appartamentino a Castel Gandolfo! 

P.S Quanto lo invidio.